Articoli marcati con tag ‘Rai’

Viva la Rai

lunedì, 8 giugno 2009

Ragioneremo a lungo di queste elezioni, delle conseguenze della brusca frenata di Berlusconi e delle strategie di recupero del Pd. Intanto, a botta calda, un primo commento sulla notte dei risultati. Alla fine è stata premiata la scelta della Rai di affidarsi alle proiezioni (e non a exit o instant polls). Gli spettatori hanno aspettato 90 minuti ma hanno avuto un risultato più che attendibile sin dalla prima proiezione (Pdl 35.4, Pd 26.7, Lega 9.2, Idv 8.4, Udc 6.4). Pessima prova per La 7 che, per bruciare tutti con i suoi istant poll, ha dato i numeri (Pdl 41, Pd29, Lega 8.5, iDV 6.5, Udc 4.7). Naturalmente, oltre alla scelta di privilegiare le proiezioni bisogna anche farle con investimenti adeguati, altrimenti non sono affidabili neanche le proiezioni come dimostrano le prime fornite da Sky (Pdl al 39). E Mediaset? Non pervenuta.

Pesce d’aprile

mercoledì, 1 aprile 2009

Il proprietario di Mediaset (e presidente del Consiglio) ha riunito a casa sua i partiti della maggioranza e alcuni Consiglieri della Rai per decidere il nome del prossimo direttore del principale telegiornale della televisione pubblica. Il predestinato sarebbe un dipendente del proprietario di Mediaset (e presidente del Consiglio).

Fenomeno De Andrè

lunedì, 12 gennaio 2009

La serata speciale che ieri Fabio Fazio ha dedicato a Fabrizio De Andrè, a dieci anni dalla sua morte, ha fatto ascolti record. Oltre cinque milioni di media con una share che ha sfiorato il 20%. Non sono ascolti da Rai Tre ma da Rai Uno. Merito di una trasmissione davvero bella e della bravura ormai sperimentata di Fazio e del team che lavora per la Rete e per il programma. Ma forse qualcosa di più.

Il passare degli anni ha trasformato un cantautore scomodo e a tratti élitario e ribelle in una icona accettata e condivisa da un’intera generazione. Un fatto positivo, anche se non so come avrebbe reagito De Andrè a tanta nazional-popolarità.